All rights reserved
logo

Letto, riletto, recensito!

faziomassimomonade@yahoo.it
image-832

facebook
twitter
gplus
youtube
instagram

Seguici nei nostri social

[02/12/2022 01:29] "Un silenzio a due voci" di Nadia Lisanti Admin [30/11/2022 19:39] "Ti ricordi quella strada..." di Salvatore Azzuppardi Zappalà (Algra) è il ConsigLIBRO Dicembre 2022 Admin [30/11/2022 10:30] L'assenza del feminino che non fa spiccare il volo d'amore Admin [24/11/2022 09:09] Catania: L' "Associazione Acquedotte" per dire NO alla violenza di genere Admin [24/11/2022 00:01] Il coraggio di narrare la verità ne "La scrittrice obesa" di Marisa Salabelle Admin [23/11/2022 00:01] La poetessa Emanuela Mannino a Poesia Off Admin

Per la tua pubblicità nel nostro blog
contattaci inserendo i tuoi dati di seguito,

Il consigLIBRO 

Dicembre 2022 è di:

   

  Salvatore Azzuppardi Zappalà 

Ti ricordi quella strada...  

Algra

Bruno Roversi/Ermanno Gallo - Il gioco della verità - Miraggi

14/11/2020 00:01

Admin

Recensioni, home, evergreen, Il '68, Bruno Roversi, Ermanno Gallo, Il gioco della verità,

Bruno Roversi/Ermanno Gallo - Il gioco della verità - Miraggi

Bruno Roversi/Ermanno Gallo - Il gioco della verità - Miraggi - Le recensioni in LIBRIrtà - Gli Evergreen a cura di Anna Cavestri

schermata2020-11-14alle09-1605341603.png

Bruno Roversi Ermanno Gallo

 

 

 

Il gioco della verità

 

 

 

Miraggi Edizioni

 

 

 

Gli evergreen

Le recensioni in LIBRIrtà


A cura di Anna Cavestri   

 

   Un libro scritto a quattro mani nel momento in cui ciò che è scritto avveniva, nel ‘68, quel 1968 che è stato un periodo fervido di lotte e cambiamento. Pubblicato 50 anni dopo.

 

   Non è un romanzo, non è una raccolta di racconti nemmeno di poesie, nell’ insieme è un po’ di ogni cosa. Sono dialoghi, scene di vita, contesti diversi nei quali si vive e ci si confronta con nuove modalità, a volte goffe, piene di voglia di ribellione e di cambiamento. Discorsi, pensieri sparsi su tutto: amore, rapporti “en passant“, studi e politica e soprattutto sperimentazione. Finalmente donne e uomini potevano vivere la libertà sessuale, rapporti da inventare, o su modelli dei vicini d’oltralpe che avevano forse cominciato prima. Situazioni  non estranee a chi ha vissuto quegli anni o a ridosso, che visti con gli occhi di oggi fanno tenerezza ma anche ridere o fanno venire nostalgia. Al contrario di ora in quegli anni si voleva costruire, si avevano obiettivi, si avvertiva una forza sociale dirompente, c’erano i gruppi i grandi e piccoli problemi, ma la

sicurezza di andare nella direzione giusta.

 

   Leggendo questo libro, a volte sembra di trovarsi in una scena di Ecce Bombo di Moretti, situazioni in cui si spaccava il capello in quattro perché delle cose dei sentimenti, degli accadimenti bisognava parlare e parlare. O tacere e sviare di dare risposte o non trovarne.

   Un panorama di flash e situazioni che letti ora danno la visuale reale del momento passato, proprio con gli occhi e le mani di chi in quegli anni,’68/‘69, all’ora ventenni, erano i protagonisti di quel periodo, che è stato un momento di crescita , il movimento studentesco era una fucina di idee e progetti, dal quale sono usciti anche grandi studiosi, e che visto oggi, da chi non l’ha vissuto, può sembrare un periodo o un movimento obsoleto.

Questo libro ha una grande ricchezza la memoria storica, scritta mentre la Storia succedeva.

schermata2020-11-14alle09-1605341672.png

Titolo: Il gioco della verità

Autori: Bruno Roversi Ermanno Gallo

Edizioni: Miraggi:

Pagg.: 186

Prezzo: € 16,00 (in ebook € 8,99)

Voto: 8

schermata 2022-11-30 alle 19.16.04
paesietnei
logoscardillipressrotondo-trasparente

Ogni mese Paesi Etnei Oggi,  ospita nella versione cartacea il blog Letto, riletto, recensito!

photo-2019-09-28-11-45-16
schermata2019-05-07alle16.38.33

Le nostre rubriche seguono il seguente ordine settimanale:

 

mercoledileintervistecopia
lunedilevideorecensioni
sabatoglievergreencopia
domenicailconsigliodellasettimanacopia
giovedilerecesnioniinlibrirtacopia
martedievenerdilenovita
sem
lorma
saggiatore
unnamed
logonn6
logoblackpngneweditore2018