All rights reserved
logo

Letto, riletto, recensito!

faziomassimomonade@yahoo.it
image-832

facebook
twitter
gplus
youtube
instagram

Seguici nei nostri social

ConsigLIBRO di stagione Inverno 2020/2021 è "La rivoluzione, forse domani", di Rosa Mangini - Divergenze Ediz

20/12/2020 22:30

Admin

Recensioni, home, Rosa Mangini, La rivoluzione, forse domani, Divergenze edizioni, Il consigLIBRO di stagione,

ConsigLIBRO di stagione Inverno 2020/2021 è "La rivoluzione, forse domani", di Rosa Mangini - Divergenze Edizioni

ConsigLIBRO stagione Inverno 2020/21 è "La rivoluzione, forse domani", di Rosa Mangini - Divergenze Ed. - Le recensioni in LIBRIrtà - A cura di S. M. Fazio

Il ConsigLIBRO della stagione inverno 2020/2021 è un illuminante ricerca fatta dai tipi di Divergenze Edizioni. È un caso letterario importante; lo è due volte, per come si è rivelato. "La rivoluzione, forse domani", di Rosa Mangini è forse il romanzo del secolo!


schermata2020-12-08alle21-12-12-1607458407.png

Rosa Mangini

 

 

La rivoluzione, forse domani

 

 

 

Divergenze

 

 

 

ConsigLibro di stagione: inverno 2020/2021

La breve de Le recensioni in LIBRIrtà


A cura di Salvatore Massimo Fazio
 

Cominciamo dalla storia.

Un gruppo di giovani affronta con coraggio l'organizzazione fascista sempre più vicino ai tedeschi. Combattono per come possono per difendere la propria terra e la propria libertà. Il coraggio non manca, vista la giovane età, al contempo una bella storia d'amore si vive all'interno del gruppo.

Ci troviamo al preludio di quello che poi passerà alla storia per le nefandezze della seconda guerra mondiale. Lo scenario è raccontato attorno alla magica zona del Po. Come si diceva la storia è nel suo insieme molto semplice e delicata dove emergono figure importanti per i protagonisti, come un nonno che trasmette sapienza ai giovani. Ciò che emerge e che viene definito in introduzione di Chiara Solerio “il racconto del secolo” è la figura di Rosa Mangini e il ritrovamento avvenuto per caso in un mercatino delle pulci del manoscritto, Trattato su fogli protocollo con inchiostro di china. Trattandosi di un manoscritto antifascista, rimane inedito fino al ritrovamento. Prima di farne un libro e di pubblicarlo si è cercato di capire chi fosse l'autrice, partendo dal nome, cercando tra ex insegnanti della zona si è risaliti all'autrice, insegnante della zona padana, risalente ai primi del '900. Molti dei capitoli sono descritti nella zona del Po dove l'autrice ne da descrizione del fascino dei paesi della zona. Ne viene fuori che il bagaglio culturale della Mangini è superiore alla media, che gli permise di raccontare in ogni rigo come se si stesse leggendo una poesia. Si viene a conoscenza che avesse a sapere che avesse una profonda conoscenza delle lingue francese e tedesca, tanto da evincerne nelle pagine dato che scriveva in entrambe le lingue. Ritornando al racconto, non vogliamo svelare ne nomi ne personaggi di una storia breve per non perdere il piacere di dare al lettore una dolce e leggera storia breve ma lunga come una poesia, rigo per rigo.

 

Tirolo: La rivoluzione, forse domani

Autore: Rosa Mangini

Edizioni: Divergenze

Pagg.: 102

Prezzo: € 14,00

Voto: romanzo del secolo XX - oltre la lode


mang-1607458423.jpg