All rights reserved
logo

Letto, riletto, recensito!

faziomassimomonade@yahoo.it
image-832

facebook
twitter
gplus
youtube
instagram

Seguici nei nostri social

È morto Philip Roth

2018-05-23 01:29

Admin

È morto Philip Roth

news128-1581274885.pngphilip-roth-1581274885.jpg

Addio allo scrittore più influente e complesso della letteratura contemporanea
Fu autore di opere come «Lamento di Portnoy» e «Pastorale americana».


news128-1581274885.pngphilip-roth-1581274885.jpg

Se n’è andato lo scrittore più influente e complesso della letteratura contemporanea, la voce che più di ogni altra ha saputo frugare con una sincerità spietata, umana ma mai consolatoria, nelle inquietudini del nostro tempo, smascherando ogni infingimento e nello stesso tempo scardinando le regole del romanzo. Nato a Newark (New Jersey) nel 1933, figlio di una famiglia della piccola borghesia ebraica, Roth ha raccontato, con una forte carica espressiva che va dal registro comico a quello ironico al grottesco, quella comunità, con i suoi tipi umani, le sue leggende, i suoi pettegolezzi, e più in generale la specificità della condizione ebraica nel contesto dell’America contemporanea. Uno sguardo unico, originale, che sarà un modello inarrivabile per molti scrittori delle generazioni successive, anche per la capacità di diventare, suo malgrado, uno scrittore mainstream. Quella di Philip Roth è una produzione organica e sterminata: oltre trenta romanzi pubblicati in Italia da Einaudi e raccolti in tre Meridiani (il primo, curato da Elena Mortara, è uscito lo scorso novembre).

Create Website | Free and Easy Website Builder