All rights reserved
logo

Letto, riletto, recensito!

faziomassimomonade@yahoo.it
image-832

facebook
twitter
gplus
youtube
instagram

Seguici nei nostri social

Premio Strega 2019 - Ecco i nomi dei 12 semifinalisti... ma lo scandalo non si ferma, né si placa!

2019-03-17 14:17

Admin

home, news,

Premio Strega 2019 - Ecco i nomi dei 12 semifinalisti... ma lo scandalo non si ferma, né si placa!

news378-1581274930.pngschermata-2019-03-17-alle-13-1581274930.pngnews379-1581274930.png

Premio Strega 2019 - Ecco i nomi dei 12 finalisti... ma lo scandalo non si ferma, né si  placa!




news378-1581274930.pngschermata-2019-03-17-alle-13-1581274930.pngnews379-1581274930.png

Di Salvatore Massimo Fazio 
In occasione di Libri Come, sono stati annunciati i 12 semifinalisti del premio Strega 2019.
Nulla da dire sulle opere, ma ancor di più sugli autori, che di seguito elenchiamo.
Marco Missiroli con "Fedeltà per EinaudiClaudia Durastanti con "La straniera per La nave di TeseoMauro Covacich con "Di chi è questo cuore per La nave di TeseoAntonio Scurati con "M. Il figlio del secolo" per BompianiNadia Terranova con "Addio fantasmi per EinaudiPaola Cereda con "Quella metà di noi per Perrone EditoreCristina Marconi con "Città irreale per Ponte alle GrazieBenedetta Cibrario con "Il rumore del mondo per MondadoriValerio Aiolli con "Nero ananas per VolandPier Paolo Giannubilo con "Il risolutore per Rizzoli Marina Mander con "L’età straniera per MarsilioEleonora Marangoni con "Lux", per Neri Pozza
La situazione rispetto i decenni precedenti sembrerebbe essere migliorata (da almeno un triennio), e quest’anno ci si aspettava, dopo aver letto tutti i libri candidati, ma specialmente dopo aver visto il grande rumors mediatico, che l’onestà intellettuale non si imponeva definitivamente. 
Ripetiamo, nulla da dire, né da ridire, non a caso abbiamo scritto i 12 semifinalisti che a nostro dire, saranno sul podio, o per lo meno, i primi tre nelle prime cinque posizioni: Missiroli, Durastanti, Covacich, Scurati, Terranova. 
Ma ci si è chiesti, dove finiscono opere del calibro di Grittani, La Rampicante pubblicato per LiberAria editrice, o Tomassini con lo shoccante Mazzarrona pubblicato per Miraggi edizioni, o ancora Paolo Ciampi col capolavoro L’ambasciatore delle foreste, pubblicato per l’isolana Arkadia, ma anche Emanuela Ersilia Abbadessa col suo nuovo romanzo pubblicato per Piemme? Nostro parere è che le 12 opere in semifinale siano di buono spessore, e alcuni editori, magati vicini a gruppi ben donde definibili come major, abbiano fatto un ottimo lavoro. Il nostro parere, più drammatico, è che se si dovesse confermare la previsione di ciò che abbiamo elencato, il bottiglione di Liquore Strega per l’estate imminente, si accomoderà negli scaffali già pienissimi di quella editoria che inizia a diventare noiosa, come, per fare un parallelismo calciofilo, l’altra squadra di Torino, quella che col Toro non ha nulla a vedere, quella che ha le strisce verticali con due colori agi antipodi. Questa nota di polemica, non è volta ovviamente a chi lavora per gli editori, quanto per una affollata giuria che non ci spieghiamo non abbia, ad oggi, rivendicato capolavori che ci auguriamo venderanno 30 volte più di quello che noi prevediamo come vincitore.

news378-1581274930.pngschermata-2019-03-17-alle-13-1581274930.pngnews379-1581274930.png