All rights reserved
logo

Letto, riletto, recensito!

faziomassimomonade@yahoo.it
image-832

facebook
twitter
gplus
youtube
instagram

Seguici nei nostri social

Julian Barnes - Il senso di una fine - Einaudi

2020-04-16 15:25

Admin

Recensioni, home,

Julian Barnes - Il senso di una fine - Einaudi

Julian Barnes - Il senso di una fine -Einaudi - Le recensioni in LIBRIrtà - A cura di Giovanni Coppola

julian-barnes-1587043283.jpg

Julian Barnes

 

Il senso di una fine

 

Einaudi

 

Le recensioni in LIBRIrtà

schermata-2020-04-16-alle-15-1587043477.png

A cura di Giovanni Coppola.

C'è molto postmodernismo nel premiatissimo romanzo di Julian Barnes, "Il senso di una fine", un lavoro che ha consacrato definitivamente l'autore inglese. Uno stile lineare, asciutto, e una storia che , trascurando il realismo oggettivo, compie una sorta di viaggio nel soggettivismo metafisico, esplorando gli stati interni della coscienza e gli imperituri sensi di colpa. Barnes si affida ad un " io narrante", descrivendosi sciatto, pusillanime, dozzinale, pronto a soffocare qualsiasi emozione sull'altare della " semplicità banale". Attorno a lui girano personaggi che non riescono ad intaccare la solida impalcatura caratteriale del personaggio, Tony Webster, nonostante alcune eccellenze come Adrian e nonostante un amore non ricambiato e tormentato come quello provato per Veronica. Solo attraverso il concetto di amicizia e il concetto di amore iniziano gli esami delle coscienze, le analisi delle psicologie, dei drammi, dei dolori celati, e delle etichette esatte da una società fin troppo rigida e formale. La storia sembra a tratti snodarsi in un tedioso studio soggettivo, in una esagerata descrizione della psiche, tenendosi aggrappata a piccoli colpi di scena che rimandano ad una scena madre, magistralmente svelata alla fine del racconto. Così l'inganno ottiene la sua centralità, diviene perno e dorsale non solo del racconto ma della vita dell'essere umano, di tutti, di Tony, di Adran e di Veronica, sempre in lotta tra le comodità della sicurezza e l'ebrezza di una vita vissuta a velocità assoluta Tony Webster è noioso, scontroso, un senza virtù, il classico borghese tutto etichetta in attesa di una fine altrettanto noiosa.  Ci pensa una lettera e un testamento a sovvertire l'ordine pratico del protagonista, costretto a compiere un viaggio a ritroso nel tempo alla scoperta di quelle risposte che potrebbero affrancare la sua esistenza dal grigiore e dalla inutilità.

Titolo: Il senso di una fine

Autore: Julian Barnes

Editore: Einaudi

Pagg.: 150

Prezzo: € 17,50

Voto: 8