All rights reserved
logo

Letto, riletto, recensito!

faziomassimomonade@yahoo.it
image-832

facebook
twitter
gplus
youtube
instagram

Seguici nei nostri social

L’ AMLHAC incorona Giovanna Mulas

2020-05-30 15:24

Admin

home, news,

L’ AMLHAC incorona Giovanna Mulas

Nuovo riconoscimento a Giovanna Mulas

schermata2020-05-30alle15-1590844147.png

Letteratura come impegno civile

 

 

 

encomio a

Giovanna Mulas 

 

 

 

Riconoscimento da parte dell’ AMLHAC 

 

 


Le news

giovanna-mulas-1590844924.jpg

Alla scrittrice Giovanna Mulas nuovo Riconoscimento Accademico Internazionale da parte dell’ AMLHAC
(Accademia Mondiale di Letteratura, Arte e Cultura) per l' impegno civile con la letteratura, nel mondo.
Il Premio è fondato e diretto anche dall’Associazione Mondiale degli Scrittori, dal Circolo degli Ambasciatori per la pace nel mondo, dalla Comunità Accademica internazionale Historia a Debate. 

 

La Mulas ha dichiarato: "Che tutto sia, ora e sempre, per quel Bene comune e più alto per il quale ci muoviamo in tanti e uniti,
intellettuali, filosofi da ogni parte del mondo attraverso il nostro agire quotidiano: ché le parole, l'Arte servono a regalare bellezza e riempire i cuori ma è l'azione che fa l'uomo
e che può cambiare i destini di una intera Umanità.
Che questo nuovo Premio sia di buon auspicio per un futuro in un mondo finalmente senza barriere, ipocondrie morali.".

accademiamondiale-1590844286.png

Giovanna Mulas è nata a Nuoro il 6 maggio del 1969. Cresce nel “Monte Gurtei”, zona difficile della città, compie gli studi ad indirizzo tecnico-psicologico, si specializza come stilista di moda e figurinista, dipinge, scrive in sordina come ha sempre fatto dall’età di dieci anni. Vince una borsa di studio che la porta a Roma a lavorare per i laboratori stilistico sartoriali Moschino. L’ambiente lavorativo settoriale non la soddisfa, decide di tornare in Sardegna. Impiego nel commercio. Conosce G. Antonio Collari, lo sposa. E’ il 1991. Dall’unione nascono Fabio, Noemi, Roberto ed Emanuele. E’ il momento in cui la passione per la pittura cresce, nascono “paesaggi marini sardi”, “Autoritratto”, “Studio di bambina al gioco”. Occupazioni nel settore commerciale ed assicurativo. 
Nel frattempo Mulas continua a scrivere, vince il primo Premio letterario internazionale che apre le porte per la pubblicazione a “Passaggi per L’Anima” nel 1994. Il libro è accolto tiepidamente dal pubblico, la critica è benevola, il saggista inglese S.Wood definisce Mulas “talento allo stato puro”. Harald Kahnemann dell’agenzia letteraria Eulama le propone una scrittura per la traduzione delle opere all’estero, la scrittrice stringe con Kahnemann un’amicizia che si protrae negli anni. Vengono pubblicati “La Musa” e “Barchette di Carta”, il saggio “Le lettere e le Arti”. Dipinge “Fiore Donna” e “Dentro”. Si dedica alla critica letteraria, al giornalismo specializzato. E’ il 1999, diviene pluriaccademica al merito, socio, delegato, presidente onorario di Associazioni della cultura nazionali ed estere. Suoi racconti vengono tradotti in Francia, Germania, Spagna. Conosce Peter Irwin Russell e nasce un'intensa amicizia. La scrittrice si batterà a lungo per fargli ottenere la cittadinanza italiana e relativi favoritismi socio economici che la legge comporta. Il forte rapporto epistolare dura fino alla morte del poeta. (fonte zam.it)

Create Website | Free and Easy Website Builder