All rights reserved
logo

Letto, riletto, recensito!

faziomassimomonade@yahoo.it
image-832

facebook
twitter
gplus
youtube
instagram

Seguici nei nostri social

Sesso più, sesso meno di Mario Fillioley è il ConsigLibro Giugno 2021

2021-06-05 23:01

Admin

Recensioni, home, news, Il consigLIBRO del mese, Giugno 2021,

Sesso più, sesso meno di Mario Fillioley è il ConsigLibro Giugno 2021

Mario Fillioley - Sesso più, sesso meno - 66thand2nd edizioni - ConsigLibro Giugno 2021 - A cura di Letizia Cuzzola

schermata2021-06-05alle22-58-32-1622926750.png

Mario Fillioley

 

 

Sesso più, sesso meno

 

 

66thand2nd

 

 

ConsigLibro Giugno 2021


A cura di Letizia Cuzzola

 

Quando Mario Fillioley ha iniziato a pubblicizzare l’uscita di “Sesso più, sesso meno” (66thand2nd, 2021) l’ho atteso al varco dove ero rimasta dopo aver letto il suo precedente “La Sicilia è un’isola per modo di dire”, in cui ne avevo ammirato le doti da architetto lessicale e l’ironia mai doma come Dolores (non ve lo dico chi è, leggete il libro).

 

«Se volessimo le personalità, dovremmo rinunciare ai corpi, se vogliamo difenderci dalle personalità, dobbiamo limitarci ai corpi». Peppe e Anna sono due insegnanti che nel tempo libero fanno sesso, sesso meno per essere precisi, e questo lo potete leggere anche nella sinossi, così come leggerete che attorno a essi ruotano altri personaggi le cui vite si intrecciano dentro e fuori il letto. 

Il punto nodale è distinguere il sesso più da quello meno: «Ha cominciato dicendo che la margherita è la più pizza di tutte le pizze, una pizza in purezza, ha detto lui, ma che in un certo senso è anche una pizza depotenziata, perché su una pizza potrebbero starci sopra molte altre cose che ne arricchiscono il sapore e che aumentano la soddisfazione di chi la mangia, come per esempio le melanzane fritte e la ricotta salata». Le melanzane fritte e la ricotta salata sono due dei miei sentimenti preferiti: la Margherita è buona, basta a se stessa ma la Norma dà una soddisfazione diversa ed è in questa distinzione che rotea la scena, come se i due prof per trovare la quadra disegnassero un cerchio. Come loro, i personaggi che fanno da contorno, per continuare sugli esempi gastronomici, ricordano le patatine fritte prima della pizza: non sono fondamentali ma senza ti resta un buco nello stomaco che non colmi neanche se prendi a morsi il cameriere.

 

Un romanzo apparentemente leggero per i sorrisi che strappa, per i pensieri che corrono visibilmente a ruota libera ma dietro cui c’è un ragionamento ben strutturato ma mai artificioso. Fillioley ha, fra i tanti talenti, quello di mettere nero su bianco anche quegli arzigogoli della mente cui spesso rinunciamo per pigrizia.

 

Ora, io confesso che giunta al termine della lettura ho avuto un po’ di remore nella scelta delle parole con cui recensire il libro perché Fillioley ha un dono che lui stesso nel libro definisce “cura nella naturalezza”. Mi ci sono soffermata a lungo su questa espressione. Al principio ho definito Mario un architetto lessicale perché i suoi scritti sono un cantiere in cui alterna i ruoli di geometra, carpentiere, muratore; è un acuto osservatore con il senso dei luoghi di cui ne percepisce e racconta la bellezza, quella che c’è o non c’è, quella che poteva essere. L’ironia pura è dono di pochi, la sua è la capacità di vedere la realtà esattamente per quello che è e raccontarla senza infingimenti in un mondo che la interpreterà come il suo contrario.


mario-filliloley-1622925000.jpg

L'autore

Mario Fillioley vive a Siracusa, dove insegna lettere alle scuole medie.
Ha pubblicato per minimum fax Lotta di classe e La Sicilia è un’isola per modo di dire. 

Il libro

Titolo: Sesso più, sesso meno

Editore: 66thand2nd

Pagg: 176

Prezzo: 15,00

Voto: Gustoso


image-10-1622926700.jpg